Cosa è rimasto del mito Olivetti nel Canavese

  Nel 1926 il capo del socialismo italiano, Filippo Turati, capisce che deve lasciare l’Italia, ma non gli danno il permesso. Decide di farlo clandestinamente. Lo aiutano, fra gli altri, Ferruccio Parri, Sandro Pertini e Carlo Rosselli. Ma alla guida dell’auto che porta di notte Turati fuori dall’Italia c’è Adriano Olivetti. di Giuseppe Turani Due…

La regola di Adriano Olivetti vista con binocolo

di Andrea Greco Repubblica economia Banchieri e assicuratori italiani si stanno allontanando dalla regola di Adriano Olivetti, che già guardavano col binocolo. L’imprenditore illuminato di Ivrea non voleva che i suoi dirigenti guadagnassero più di 10 volte la paga dei lavoratori più modesti. Ma i rapporti tra capitale e lavoro sono evoluti, nell’ultimo trentennio, in…

Taylorismo ed il pensiero di Adriano Olivetti

.”Noi abbiamo consapevolezza di un comune destino tra l’organismo produttivo, la fabbrica, e gli uomini che gravitano attorno ad essa e delle conseguenze che se ne debbono trarre per conservare e potenziare i valori fondamentali della persona umana e quell’insieme di conquiste spirituali, culturali e sociali, cui diamo il nome di sviluppo civile”.