Una macchina da scrivere “di guerra” costruita dalla Olivetti

E’  arrivata anche al nostro museo una M40 Kr donata dal Centro studi ed alt formazione maestri del lavoro d’Italia. La prima M40 fu progettata tra il 1929 e il 1930 da Camillo Olivetti con la collaborazione di Gino Levi Martinoli, capo dell’Ufficio Progetti e Studi creato nel 1929 stesso, per sostituire la Olivetti M20. La progettazione e l’avvio della…

La studio 42 descritta da un ultranovantenne su facebook

La Macchina per Scrivere e’ uno strumento per molti, fu una Musa per alcuni: Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Dino Campana, Luigi Pirandello, Giorgio Scerbanenco, Umberto Saba, Vittorio Sereni, Beppe Fenoglio, Cesare Marchi, Enzo Biagi, Indro Montanelli e “Sulla finitezza”, di Günter Grass ribattezza la sua azzurognola “Lettera 22”, «L’amante del nonno», e tanti altri ancora……

Matera capitale della cultura grazie ad Adriano Olivetti

scarica la testimonianza  CON UNA TESTIMONIANZA INEDITA DI FRIEDRICH G.FRIEDMANN RACCOLTA DA LAURA OLIVETTI Federico Bilò, Ettore Vadini Pubblicato nel 2013 Collana Intangibili 23 – 282pp. – ISBN: 978 88 96770 21 4 Nel 1950 Adriano Olivetti arriva a Matera. Lo stesso anno in cui a Ivrea la Olivetti lancia la Lettera 22, rafforza la rete…

Mario Tchou e l’Olivetti Elea 9003

di Giuseppe Rao Tra il 1955 e il 1961 fiorisce il sogno di una leadership italiana nella nascente industria elettronica. Sotto la guida di un giovane ingegnere, la società di Ivrea costruisce il primo calcolatore a transistor. Un esempio di lungimiranza, management, stile, sfortuna. Nel 1980 ho acquistato il bel libro di Lorenzo Soria,“Informatica: un’occasione perduta. La…