M1P la portatile della Olivetti che meravigliò la concorrenza

Desi­gne Aso, Xan­ti Cha­win­sky per lo stu­dio Bog­gieri mani­fe­sto per la MP1 anno 1935 Ritrat­to di Maria Gras­sis addet­ta al col­laudo del­le mac­chine da scri­ve­re Se i pri­mi vent’anni dell’azienda Oli­vet­ti la pro­du­zio­ne era rivol­ta solo alle pesan­ti mac­chi­ne da tavo­lo, dopo il 1930 ci si pose il pro­ble­ma de esten­de­re il mer­ca­to e ave­re…

La prima macchina da scrivere prodotta dalla Olivetti

Oli­vetti M1, la pri­ma mac­china per scri­vere ita­liana Non sap­piamo come l’estroso inge­gnere abbia con­dotto la pro­get­ta­zione del­la M1; sap­piamo però che il 12 ago­sto 1908 spe­di­sce da Mila­no, dove ha sede la CGS, una let­tera alla moglie Lui­sa Revel scrit­ta con il pro­to­tipo del­la nuo­va mac­china che sarà poi pro­dotta e com­mer­cia­liz­zata dal­la Ing.…

La seconda macchina da scrivere di Camillo Olivetti

Fu pro­get­ta­ta nel 1920 da Camil­lo Oli­vet­ti, con il diret­to­re gene­ra­le Dome­ni­co Bur­zio per sosti­tui­re la Oli­vet­ti M1. È la pri­ma mac­chi­na da scri­ve­re del­la Oli­vet­ti immes­sa sul mer­ca­to inter­na­zio­na­le e vie­ne pre­sen­ta­ta alla Fie­ra inter­na­zio­na­le di Bru­xel­les. La M20 pre­sen­ta varie novi­tà, come il car­rel­lo che scor­re su gui­da fis­sa. La tastie­ra è del…