Riprenderà il suo splendore la Fabbrica dei mattoni rossi di Camillo Olivetti

IVREA. Un luo­go di ricer­ca e inno­va­zio­ne socia­le. Un luo­go sim­bo­li­co, lega­to alla sto­ria del­la nasci­ta di Aeg oltre cen­to anni fa che ora può diven­ta­re sim­bo­lo di riscat­to del ter­ri­to­rio che cer­ca al pro­prio inter­no i ger­mi del­lo svi­lup­po. E, in que­sta ricer­ca aper­ta ai mas­si­mi con­tri­bu­ti, il luo­go dovrà diven­ta­re una nuo­va casa per la ricer­ca e le impre­se. Non è un caso che il pro­get­to si chia­mi The futu­re is back home, il futu­ro è tor­na­to a casa e l’indirizzo è la fab­bri­ca di mat­to­ni ros­si, in via Jer­vis, costrui­ta da Camil­lo Oli­vet­ti nel 1896 e suc­ces­si­va­men­te tea­tro del­la nasci­ta e del­lo svi­lup­po impren­di­to­ria­le del­la Oli­vet­ti. In quel luo­go dove inno­va­zio­ne e respon­sa­bi­li­tà socia­le dell’impresa decli­na­ta (e spe­ri­men­ta­ta) su un ter­ri­to­rio han­no fat­to sto­ria, il pro­get­to sta muo­ven­do i suoi pri­mi pas­si con­cre­ti. 

Abban­do­na­ta da 15 anni, la fab­bri­ca di mat­to­ni ros­si sarà acqui­sta­ta da Ico­na srl, socie­tà nata da un pro­get­to con capo­fi­la Aeg che met­te insie­me al momen­to dodi­ci impren­di­to­ri loca­li, ma è aper­ta a nuo­ve ade­sio­ni.

Nel novem­bre del 2017 è sta­to fir­ma­to un pre­li­mi­na­re di acqui­sto del­la fab­bri­ca dei mat­to­ni ros­si, 8.900 metri qua­dra­ti ad alta valen­za sim­bo­li­ca e anche cuo­re di Ivrea cit­tà indu­stria­le del ven­te­si­mo seco­lo, che pun­ta al rico­no­sci­men­to Une­sco di patri­mo­nio dell’umanità. Il con­trat­to pre­li­mi­na­re è sta­to sot­to­scrit­to con la pro­prie­tà Idea Fimit Sgr spa, facen­te capo al Fon­do Atlan­tic 2 e pre­ve­de il ver­sa­men­to di una capar­ra di cen­to­mi­la euro a fron­te di un impe­gno per l’acquisto dell’immobile per com­ples­si­vi 900 mila. Il rogi­to, davan­ti al nota­io, è pre­vi­sto nel secon­do seme­stre del 2018 e sarà sot­to­scrit­to da Ico­na srl, la socie­tà crea­ta appo­si­ta­men­te alla qua­le Aeg par­te­ci­pa in misu­ra pari­te­ti­ca agli altri soci.

Ico­na srl sta già lavo­ran­do all’idea di recu­pe­ro dell’immobile, biso­gno­so anche di una ristrut­tu­ra­zio­ne mas­sic­cia. L’azienda ha già inca­ri­ca­to Plu­sVa­lue, orga­niz­za­zio­ne ibri­da con base a Lon­dra che riu­ni­sce ricer­ca, spe­ri­men­ta­zio­ne, con­su­len­za e atti­vi­tà di poli­cy di ela­bo­ra­re la nuo­va vita del­la fab­bri­ca di mat­to­ni ros­si. Gli obiet­ti­vi e le linee gui­da del pro­get­to sono sta­ti pre­sen­tan­ti a ini­zio apri­le nel­la sede di Aeg coop, con gli impren­di­to­ri che sosten­go­no l’iniziativa e Fio­ren­za Lip­pa­ri­ni, di Plu­sVa­lue, spe­cia­liz­za­ta in ricer­ca e poli­cy a favo­re dell’innovazione socia­le.

Cour­te­sy — La sen­ti­nel­la del Cana­ve­se 

6 apri­le 2018