Erano tutti protervi gli industriali? Il caso Olivetti

Il Wel­fa­re azien­da­le in chia­ve sto­ri­ca   di Tito Girau­do   Par­la­re di wel­fa­re azien­da­le, sen­za par­la­re del­la Oli­vet­ti di Ivrea, è come par­la­re dell’esodo sen­za cita­re Mosé. Vor­reb­be dire can­cel­la­re un’esperienza che in Ita­lia non ha avu­to para­go­ni, e che è sta­ta anche una pun­ta di dia­man­te nel pano­ra­ma inter­na­zio­na­le. Qua­le è però la gene­si…

Quando la Olivetti non credette nel linguaggio  del programmatore americano Bill Gates

Il gio­va­not­to­ne alto e allam­pa­na­to, che infor­ca­va gran­di occhia­li, atten­de­va da ore, sedu­to su una pol­tro­na del quar­tier gene­ra­le dell’Olivetti in via Jer­vis a Ivrea che Ales­san­dro Osna­ghi, Diret­to­re del­la squa­dra di pro­gram­ma­to­ri dell’Olivetti, lo rice­ves­se. Capel­li lun­ghi, vestia­rio un po’ tra­san­da­to, il gio­va­not­to tene­va ben stret­to sul­la ginoc­chia la car­tel­la in pel­le che con­te­ne­va…

L’uomo che creò il primo pc «Era il ’65, l’Olivetti ci ignorò»

di Ludo­vi­co Fon­ta­na Nel 1996, dopo tren­ta­cin­que anni alla Oli­vet­ti, Gasto­ne Gar­zie­ra va in pen­sio­ne e deci­de di dedi­car­si alla pit­tu­ra. «Da bam­bi­no ave­vo mol­ta fan­ta­sia, ma il lavo­ro di infor­ma­ti­co mi ha cam­bia­to, per­ché la logi­ca ti costrin­ge alla pre­ci­sio­ne». Nel 2000 l’attività arti­sti­ca però si inter­rom­pe: l’Italia si è ricor­da­ta di lui. Nato…

Quel vecchio operaio che fece ricco Adriano

di Ritor­no sul­la sto­ria dell’Olivetti di Adria­no. Mi han­no scrit­to mol­ti let­to­ri, rac­con­tan­do epi­so­di, facen­do con­si­de­ra­zio­ni, alcu­ni sono sta­ti, e sono, fra i più gran­di impren­di­to­ri del pae­se, ognu­no ha por­ta­to un suo con­tri­bu­to. Come ovvio, nel­la mia ana­li­si di ieri ho tra­scu­ra­to mol­ti aspet­ti, in par­ti­co­la­re uno, la mostruo­sa red­di­ti­vi­tà dell’Olivetti all’epoca di Adria­no.…

L’Olivetti “colta” di Adriano non poteva non fallire, era troppo piena di cervelli per funzionare.

Pro­po­nia­mo il rac­­co­n­­to-testi­­mo­­nia­n­­za di Ric­car­do Rugge­ri (ex ope­ra­io diven­ta­to mana­ger e edi­to­re), pub­bli­ca­to su «Ita­liaOg­gi» di ieri, sul suo «incon­tro» con la Oli­vet­ti da ope­raio Fiat. Una pro­spet­ti­va inu­sua­le sull’azienda e la figu­ra di Adria­no Oli­vet­ti, appe­na cele­bra­ta da una fic­tion di Rai 1 con pro­ta­go­ni­sta Zin­ga­ret­ti. Mol­ti let­to­ri mi han­no scrit­to chie­den­do­mi di com­men­ta­re il…

Intellettuali e letterati alla corte di Adriano Olivetti

Cour­te­sy — Ric­car­do Rug­gie­ro  Mol­ti let­to­ri mi han­no scrit­to chie­den­do­mi di com­men­ta­re il fil­ma­to di Rai 1 su Adria­no Oli­vet­ti. Sono cer­to che si rife­ri­sca­no non alla qua­li­tà del­lo stes­so ma alla figu­ra del per­so­nag­gio. Su Adria­no Oli­vet­ti è sta­to scrit­to mol­to, essen­do sta­to un «pro­tet­to­re» di arti­sti e di intel­let­tua­li, e uomo di sini­stra,…

Riprenderà il suo splendore la Fabbrica dei mattoni rossi di Camillo Olivetti

IVREA. Un luo­go di ricer­ca e inno­va­zio­ne socia­le. Un luo­go sim­bo­li­co, lega­to alla sto­ria del­la nasci­ta di Aeg oltre cen­to anni fa che ora può diven­ta­re sim­bo­lo di riscat­to del ter­ri­to­rio che cer­ca al pro­prio inter­no i ger­mi del­lo svi­lup­po. E, in que­sta ricer­ca aper­ta ai mas­si­mi con­tri­bu­ti, il luo­go dovrà diven­ta­re una nuo­va casa…

Le comunità concrete di Adriano Olivetti

  di Davi­de Caded­du Negli anni Cin­quan­ta, in Ita­lia, ci fu tut­to un mon­do che ruo­tò intor­no alle Edi­zio­ni di Comu­ni­tà, alla rivi­sta «Comu­ni­tà», al Movi­men­to Comu­ni­tà e, alme­no indi­ret­ta­men­te, al libro L’ordine poli­ti­co del­le Comu­ni­tà. ‘Comu­ni­tà’ fu la paro­la scel­ta da Adria­no Oli­vet­ti per rap­pre­sen­ta­re segna­ta­men­te una radi­ca­le pro­po­sta di rifor­ma del siste­ma poli­ti­co rap­pre­sen­ta­ti­vo, che…

A pranzo con Carlo De Benedetti parlando della Olivetti

Di Pao­lo Bric­co (cour­te­sy of Il sole 24 ore del 29–04- 2018) Oli­vet­ti è una straor­di­na­ria sto­ria di suc­ces­so nel­le sue ripe­tu­te meta­mor­fo­si». Car­lo De Bene­det­ti è nel­la sua casa in col­li­na, a Doglia­ni. Cà di Nostri è una vec­chia casci­na acqui­sta­ta e rimes­sa a posto die­ci anni fa. Sot­to i nostri occhi si tro­va­no…

Gianni Di Quattro racconta la Olivetti

Gian­ni Di Quat­tro è un per­so­nag­gio raro, sici­lia­no per nasci­ta e pas­sio­ne, fat­to­si mila­ne­se per scel­ta e occa­sio­ne. Ha svol­to gran par­te del­la sua vita lavo­ra­ti­va nell’Oli­vet­ti occu­pan­do­si di mer­ca­to in varie posi­zio­ni e in dif­fe­ren­ti pae­si. Con la libe­ra­liz­za­zio­ne del mer­ca­to del­le tele­co­mu­ni­ca­zio­ni, nel­la secon­da metà degli anni Novan­ta, ha rea­liz­za­to un’esperienza edi­to­ria­le impor­tan­te, pro­du­cen­do e…

Il futuro regalato dalla Olivetti agli americani

Inter­vi­sta a Fran­co Tatò  Inter­vi­sta aper­ta ad uno dei pochi mana­ger che van­ta­no 60 anni di memo­ria sull’Italia. Cor­ru­zio­ne, pas­si fal­si, poli­ti­ciz­za­zio­ne scon­si­de­ra­ta: il mana­ge­ment ita­lia­no sot­to la len­te.   a Fran­co Tatò ti aspet­ti la scor­za per­ché ce ne sono a deci­ne di aned­do­ti sul suo piglio deci­sio­ni­sta e intran­si­gen­te; quan­ti luo­ghi comu­ni sugli…